Elsa Beskow e Tant Grön, Tant Brun och Tant Gredelin

Illustrazione di Elsa Beskow

Da piccola ero letteralmente ipnotizzata dalle illustrazioni di Elsa Beskow!
Mia mamma mi leggeva le storie ed io guardavo le illustrazioni e tanto le guardavo che quasi alla fine mi sentivo io stessa parte del racconto. E sfogliavo, e sfogliavo, e risfogliavo i libri ….. e si vede!

In Italia il libro è stato tradotto in Zia Pratolina, Zia Castagnina e Zia Lavanda ma … nooo,  non mi piace affatto.
Pronunziare a voce alta “Tant Grön, Tant Brun och Tant Gredelin” ha un suono completamente diverso da Zia Pratolina, Zia Castagnina e Zia Lavanda? Non ho trovato però una traduzione migliore quindi continuerò a chiamarle con i nomi originali.

Tant Grön

E’ probabile che Tant Grön, Tant Brun e Tant Gredelin avessero dei nomi propri ma tutti in città le chiamavano così perché Tant Grön vestiva sempre di verde, Tant Brun di marrone e Tant Gredelin di lillà.

“E ora prova a pensare;  nel caso tu avessi una commissione per una delle signore, tireresti la corda della campanella che è di fianco alla porta, e la porta verrebbe aperta da dentro da Tant Gredelin non prima però di aver guardato dalla sua finestra e aver tirato una cordicella che apre la porta.
Una volta dentro al giardino molto probabilmente incontreresti Tant Grön. Intenta a rastrellare con il suo rastrello verde oppure ad innaffiare con il suo innaffiatoio verde, oppure ancora la potresti trovare seduta sulla lunga panca verde intenta a pulire l’uva spina, a pulire i piselli oppure ancora a sbucciare le piccole pere verdi.
Potrebbe anche avere un’aria severa, Tant Grön, perché molto probabilmente si chiede se tu sia uno di quei bambini che ha provato a salire sul suo albero per rubare le pere.

Illustrazione di Elsa Beskow – Tant Brun

Dentro, in cucina, ti imbatteresti di sicuro in Tant Brun, intenta a preparare i Pepparkakor o i knäck o ancora le caramelle alla cola, perché nessuno in città sa preparare queste cose bene come Tant Brun, e perciò tutte le signore in città commissionano a lei questi dolcetti quando organizzano delle feste per i bambini.
Tant Brun è sempre la più gentile delle signore, pensano i bimbi in città, e per questo desiderano sempre avere qualche commissione da fare per lei, perché si può essere *quasi* sicuri di ricevere un knäck o una caramella di cioccolato e *assolutamente certi* che lei offrirà un pepparkaka.
A volte si potrebbe incontrare anche Tant Gredelin in cucina, ma in realtà ciò succede soprattutto nel periodo della preparazione degli sciroppi , perché lei è molto brava a preparare lo sciroppo di mirtilli o di ribes nero, e non s’era mai vista  una gelatina di ribes come la fa lei, dicevano le signore in città. Ma normalmente Tant Gredelin siederebbe dentro in camera sua a ricamare grandi rose e viole sul filondente.
Sarebbe anche particolarmente attenta che le scarpe siano pulite prima di entrare, Tant Gredelin, e che ci si sieda stando fermi sulla sedia e che si risponda con modi gentili alle sue domande.”

Illustrazione di Elsa Beskow da “Tant Bruns födelsadag”

Eccovi dunque le tre signore come da presentazione di Elsa Beskow. Temo purtroppo che non esista una traduzione dei libri in italiano. Se volete li trovate qui, su Amazon.

Fanno parte della serie di libri di Tant Grön, Tant Brun och Tant Gredelin :
1918 – Tant Grön, Tant Brun och Tant Gredelin
1925- Tant Bruns födelsedag (Il compleanno di Tant Brun)
1929- Petter och Lotta på äventyr (Le avventure di Petter e Lotta)
1942- Farbrors Blå nya båt (La nuova barca di Farbror Blå)
1947- Petter och Lottas Jul (Il Natale di Petter e Lotta)



Print Friendly

1 Comment

Filed under Elsa Beskow, Illustratori svedesi, libri svedesi per bambini

One Response to Elsa Beskow e Tant Grön, Tant Brun och Tant Gredelin

  1. Grazie!! Anche questa volta mi sono proprio divertita a leggere il post e a guardare le illustrazioni. Ti capisco, anch’io da piccola guardavo e riguardavo i libri infinite volte!

Leave a Reply to marita Cancel reply