Pappa jag vill ha en italienare – Una parodia degli italiani visti dagli svedesi

Galenskaparna och after shave - Stinsen brinner

Galenskaparna och after shave – Stinsen brinner

Stinsen brinner (il capo stazione si infiamma) è un musikal del 1987 inscenato dal gruppo Galenskaparna och After Shave, compagnia umoristica di Göteborg nata dalla fusione due gruppi distinti (Galenskaparna e After shave, appunto) nel 1982.
Una delle loro canzoni di maggior successo è Pappa, jag vill ha en italienare  (Papà, voglio un italiano) che addirittura ha raggiunto il top nelle classifiche svedesi.
Nel 1991 Anders Eriksson och Claes Eriksson  realizzarono una versione cinematografica della rappresentazione teatrale dal titolo Stinsen brinner… filmen alltså.
Sinossi:

Il luogo è la stazione ferroviaria del piccolo villaggio di Svedum, da qualche parte in Svezia.
La stazione è dominata dal capostazione Axel Hansson che con mano severa la gestisce anche ora che la stazione verrà dismessa. Nonostante ciò si continuano a vendere biglietti e si annunciano i treni.
Axel si “infervora” per la sua stazione e si rifiuta di accettare che venga chiusa. Arriva al punto di mettere il capo ufficio delle ferrovie in un sacco e chiuderlo in una stanza.
Tutto questo mentre i passeggeri in attesa iniziano ad avere sentore del fatto che qualcosa non è come dovrebbe.

Un groviglio di situazioni complicate vengono messe in scena spesso in forma musicale. I tentativi del capostazione di dare delle spiegazioni diventano via via più assurdi.
Fanno copolino personaggi grotteschi quali ad esempio il pastore che vuole trasformare la stazione in un luogo di culto, i due rappresentanti della associazione abitanti locali che vogliono trasformarla in museo, due italiani (dalle spalle molto larghe) che vogliono trasformarla in pizzeria. Addirittura arrivano due maldestri rapinatori attirati dalla notizia diffusa dalla stampa locale secondo la quale nella stazione si trasferirà una banca (che però ancora non c’è). C’è poi una donna con 11 figli, 11 figlie e 11 uomini con al seguito uno giglolò che deve mandare un carico di pacchetti ai suoi figli … e via di seguito.

Alla fine il capo ufficio Gerhard (quello che era stato sequestrato e chiuso nel sacco) decide di lasciare che la stazione sopravviva e addirittura si scopre fratello del capostazione. Il film è costellato di una serie di gag esilaranti ma più di tutte mi ha fatto ridere la scena dei due (mafiosi?) italiani che vogliono aprire la pizzeria ….

Eccovi il video e la traduzione del testo!

Pappa, jag vill ha en italienare – Papà, voglio un italiano – Dad, I want an Italian
Känn hur det känns, en tydlig tendens
Folkhemmet skakar
Ställ er på tå
I varje vrå står vi och bakar
Mat som är rund, billig och sund
Stillar din hunger
Lyssna och hör flickornas kör
När de sjunger
Senti cosa si prova,
è una chiara tendenza
Lo Stato del welfare trema
Mettetevi in punta di piedi
Siamo in ogni angolo ed inforniamo
cibo di forma rotonda economico e salutare
che placa la tua fame
Ascolta e senti il coro delle ragazze
Quando cantano
Feel how it feels, a clear tendency
The welfare state is shivering
Stand on your toes
In every corner we’re baking
Round inexpensive and healthy food
That satisfies your appetite
Listen and hear the girls’ choir
When they sing
* * * * * * *
Pappa, jag vill ha en italienare
Uppfödd på pizza och pasta
Pappa, jag vill ha en italienare
Alla andra kan du kasta
Pappa, jag vill ha en italienare
Fixa nån som är ledig
Pappa, jag vill ha en italienare
Annars flyr jag till Venedig
Papà voglio un italiano
Cresciuto a pizza e pasta
Papò voglio un italiano
Tutti gli altri li puoi buttare via
Papà voglio un italiano
Procuramene uno libero
Papà, voglio un italiano
Altrimenti scappo a Venezia.
Dad, I want an Italian
Bred on pizza and pasta
Dad, I want an Italian
Throw everybody else away
Dad, I want an Italian
Get me somebody available
Dad, I want an Italian
Or else I’ll escape to Venice
* * * * * * *
Åh, du gamla; Åh, du fria
Detta blir en pizzeria
Redan döpt till Mama Mia
O Sole Mio
Oh tu vecchia o tu libera (*)
Questa diventerà una pizzeria
Già battezzata Mama Mia
O Sole Mio
Oh, thou old; oh, thou free
This will turn into a pizzeria
Already given the name Mama Mia
O Sole Mio
* * * * * * *
Här ska det bli, det lovar vi
En pizzeria
Snart är allt svenskt helt italienskt
Oh, Mama Mia
Möbler och bil, kläder och stil
Kakel och duschar
Vart du än går, flickor som står
Står och puschar
Qesto diventerà, lo promettiamo
una pizzaria
Presto tutto ciò che è svedese diventerà italiano
Oh, Mama Mia
Mobli ed auto, abiti e stile
Piastrelle e docce
Ovunque tu vada, ragazze in piedi che urlano
We promise this will become
A pizzeria
Soon all Swedish is Italian
Oh, Mama Mia
Furniture and car, clothes and fashion
Tiles and showers
Wherever you go there are girls
Shouting
* * * * * * *
Pappa, jag vill ha en italienare
Uppfödd på pizza och pasta
Pappa, jag vill ha en italienare
Alla andra kan du kasta
Pappa, jag vill ha en italienare
Fixa nån som är ledig
Pappa, jag vill ha en italienare
Annars flyr jag till Venedig
Papà voglio un italiano
Cresciuto a pizza e pasta
Papò voglio un italiano
Tutti gli altri li puoi buttare via
Papà voglio un italiano
Procuramene uno libero
Pappà, voglio un italiano
Altrimenti scappo a Venezia.
Dad, I want an Italian
Bred on pizza and pasta
Dad, I want an Italian
Throw everybody else away
Dad, I want an Italian
Get me somebody available
Dad, I want an Italian
Or else I’ll escape to Venice
* * * * * * *
Åh, du gamla; Åh, du fria
Detta blir en pizzeria
Redan döpt till Mama Mia
O Sole Mio
Oh tu vecchia o tu libera (*)
Questa diventerà una pizzeria
Già battezzata Mama Mia
O Sole Mio
Oh, thou old; oh, thou free
This will turn into a pizzeria
Already given the name Mama Mia
O Sole Mio
* * * * * * *
Åh, du gamla; Åh, du fria
Detta blir en pizzeria
Redan döpt till Mama Mia
O Sole Mio
Oh tu vecchia o tu libera (*)
Questa diventerà una pizzeria
Già battezzata Mama Mia
O Sole Mio
Oh, thou old; oh, thou free
This will turn into a pizzeria
Already given the name Mama Mia
O Sole Mio
* * * * * * *
Pappa, jag vill ha en italienare
Pappa, jag vill ha en italienare
Pappa, jag vill ha en italienare
Papà, voglio un italiano
Papà, voglio un italiano
Papà voglio un italiano
Dad, I want an Italian
Dad, I want an Italian
Dad, I want an Italian

(*) Incipit dell’Inno nazionale svedese – trovate il testo con la traduzione, nonchè la partitura qui

____________________________________________________

ARTICOLI CORRELATI: CANZONI BUFFE

 ____________________________________________________
Print Friendly

2 Comments

Filed under Canzoni svedesi

2 Responses to Pappa jag vill ha en italienare – Una parodia degli italiani visti dagli svedesi

  1. Lorenzo

    PRIMA !!!!!!!

  2. laura

    O assomiglia tanto ad un’altra canzone o l’ho pure già sentita e non saprei davvero dove.
    Comunque la caritatura costumistica è divertentissima…anomala rispetto ai canoni che avremmo usato noi, molto anni ’80 ma davvero azzeccata!

Leave a Reply to laura Cancel reply