Gravad lax – Salmone marinato alla svedese

Quante volte siete andati al ristorante ed avete ordinato salmone marinato? E quante volte avete pensato che marinare il salmone è una cosa complicata che a casa propria non si può fare.
Niente di più sbagliato!
Ecco come marinare  il salmone in casa propria seguendo una ricetta nordica.

Questo è tipo di marinatura che rende il salmone leggermente dolciastro, tenetelo presente. Si può eventualmente ridurre il contenuto di zucchero ed usarne 2 cucchiai.

Ingredienti

– 900g/1 kg coda di salmone selvatico, meglio se scandinavo.
– 0.5 dl sale marino (circa 65 g)
– 1 dl zucchero semolato, 85 g
– grani di pepe nero pestato grosso (1 cucchiaio)
– 0.5 dl aneto tritato in modo grossolano

Attenzione: questa ricetta richiede 2 giorni di marinatura, quindi va preparata il giorno prima rispetto a quando la si intende consumare.

Preparazione

1. Sfilettate e togliete le lische al salmone lasciano però la pelle. Usate l’apposito coltello.
Sciacquatelo e asciugatelo bene.

2. Miscelate insieme il sale, lo zucchero e i grani di pepe schiacciati. Impregnate la polpa del salmone con la miscela usando le mani inumidite con qualche goccia d’acqua in modo da accelerare la produzione di liquido. Aggiungete l’aneto tritato in modo grossolano.

3. Ricomponete le due parti del salmone facendo combaciare la parte più sottile della coda con la parte centrale (come nella foto qui sotto).
Mettete quindi il pesce in un sacchetto di plastica per uso alimentare e fatelo marinare in frigorifero per almeno 48 h (due giorni) in frigorifero, girandolo 4 o 5 volte.

4. Trascorso il tempo necessario, sgocciolate il pesce dal liquido che si sarà formato ed eliminate eventuali pezzi di sale.
Asciugatelo bene, tagliatelo a fette sottili e riponetelo in un piatto da portata, cospargendo con un filo d’olio e dell’aneto tritato. Eliminate la parte più rossa vicino alla pelle poiché è più dura.

Print Friendly

4 Comments

Filed under Antipasti del Nord, Piatti di pesce del Nord

4 Responses to Gravad lax – Salmone marinato alla svedese

  1. Denise Simona

    Ormai sono Diario Nordico-dipendente, sto imparando tutte le ricette a memoria. Una curiosità, in mancanza del salmone fresco, si può marinare allo stesso modo quello affumicato?
    Con tutti gli amici norvegesi e svedesi, dopo anni, non sono ancora riuscita a capire come si marina e come serve lassù questo benedetto salmone affumicato! Sull’aneto ci scommetterei ma su crostini+burro+limone ho qualche dubbio, forse troppo all’italiana? Per questo volevo provare la stessa marinatura del gravad lax, chissà se è fattibile :-)

    • Diario Nordico

      Ciao Simona,
      ma grazie mille per i complimenti!
      No, il salmone marinato devi farlo con il salmone fresco … ma prova la ricetta perché vedrai che non è difficile affatto. Regolati con lo zucchero se non vuoi che diventi troppo dolce.
      Il salmone affumicato invece puoi servirlo su pane tostato con del burro (usa quello danese salato!) e poi ci metti sopra l’aneto (evita il limone).
      Ciao

  2. Vorrei sapere se prima di marinarlo il salmone va congelato e scongelato, visto che, a parte la marinatura, non c’è cottura. grazie

    • Diario Nordico

      Ciao Alessandra,
      confesso di averlo preparato senza preventivo congelamento ma il consiglio generale, quando si consuma pesce crudo, è di acquistarlo fresco e congelarlo per almeno 4-5 giorni nel congelatore a -18°C. Inoltre il pesce eviscerato (come il salmone di allevamento) e’ piu’ sicuro di quello venduto con le viscere. Chiedi comunque al tuo pescivendolo se il pesce è già stato abbattuto all’origine, nel qual caso problemi non ne hai.
      Ciao

Leave a Reply