Dymmelonsdag – Il mercoledi santo nelle tradizioni del Nord

Dymmelonsdag - kyrkklocka

L’ultima settimana del digiuno in Svezia si chiama la settimana del silenzio (Stilla veckan) oppure la settimana del batacchio “silenzioso” (Dymmelveckan) ed comincia con la domenica delle palme.

 

Dymmelonsdag - articoloIl mercoledì della settimana santa si chiama di conseguenza mercoledì del batacchio “silenzioso” (dymmelonsdag) secondo una tradizione che risale addirittura al medioevo di rivestire il batacchio con delle strisce di tessuto per attutirne il suono. In alternativa il batacchio in ferro veniva sostituito con un batacchio in legno (dymmel significa appunto bastone o batacchio in legno). Durante questa settimana, in particolare dal mercoledì al sabato, bisognava osservare un digiuno più rigido e bisognava anche evitare di lavorare.

In particolare bisognava evitare le azioni con movimento “rotatorio” e arcolai, ruote di mulini e ogni altro genere di ruota dovevano essere tenute ferme poiché secondo le credenze popolari tutto ciò che ruotava creava maggior sofferenza al Salvatore.
La domenica di pasqua le campane tornavano a suonare come prima.

E durante questa settimana le streghe erano particolarmente pericolose. A questo proposito potete leggere il post sulle befane pasquali (LINK).

La storia del mercoledì santo di Per Gustavsson (LINK)

DYMMELONSDAG

Onsdagen i påskveckan kallas för dymmelonsdag.
Järnkläppen i kyrkklockorna ersattes med en träkläpp.
Denna träkläpp kallas för dymmel.
En  kyrkklocka med en träkläpp ringer mycket tystare.
Il mercoledì della settimana di Pasqua si chiama “dymmelonsdag” (mercoledì santo)
Il batacchio in ferro  delle campane delle chiese viene sostituito da un batacchio in legno.
Tale batacchio in legno si chiama “dymmel”.
Una campana con un batacchio in legno ha un suono molto più attenuato.
 ***
Redan på onsdagen var påskkäringarna i farten.
En del flög iväg till Blåkulla.
Andra kanske gjorde en mjölkhare.
Med hjälp av en mjölkhare
kunde trollkäringen tjuvmjölka andras kor.
Già il mercoledì sera le befane pasquali (LINK) erano in piena attività.
Alcune volavano verso Blåkulla.
Altre forse creavano una lepre da latte.
Con la lepre da latte le befane potevano mungere di nascosto le mucche di altri.
 ***
Du kanske undrar hur en påskkäring gjorde en mjölkhare?
Forse ti domandi come una befana pasquale potesse creare una lepre da latte?
 ***
Hon tog några stickor som var brända i bägge ändarna.
Runt den snurrade hon lite garn.
Hon skar sig i fingret
och droppade tre droppar blod på nystanet.
Så läste hon ramsan:
– Jag har gett dig blod.
Fan ska ge dig mod.
Du ska för mig på jorden springa.
Jag ska för dig i helvetet brinna.
Prendeva alcuni rametti bruciati sui due lati.
Intorno ai rametti arrotolava un po’ di lana.
faceva un taglietto al suo dito
e faceva cadere tre gocce di sangue sul gomitolo di lana.
Poi leggeva una filastrocca:
– Ti ho dato il sangue
Il diavolo ti darà il coraggio.
Dovrai correre per me sulla terra.
Io brucerò all’inferno per sempre per te.
 ***
Vips blev nystanet till en levande hare,
som sprang iväg och mjölkade andras kor.
Den sög på kornas juver.
Nu var det bara för käringen
att sätta ut en stor skål utanför sin stuga.
Snart kom mjölkharen tillbaka
och spydde upp mjölken i skålen.
Av grädden på mjölken gjorde påskkäringen smör.
Hur ska man då veta
om man köper smör efter en trollhare?
Bästa knepet är att skaffa en kniv
som är smidd av sju avbrutna gamla knivar.
Skär man med den kniven i förtrollat smör,
så rinner det blod.
In men che non si dica il gomitolo diventava una lepre viva,
che correva via e mungeva le mucche degli altri.
Succhiava dalle mammelle delle mucche.
Ora alla befana non restava che mettere una grande ciotola fuori dalla sua capanna.
presto la lepre da latte tornava
e versava il latte nella ciotola.
Della panna sul latte la befana faceva del burro.
E come si può sapere allora che si compra del burro di una lepre stregata?
Il consiglio migliore è quello di prendere un coltello
fuso con il metallo di  sette vecchi coltelli rotti.
Se si taglia con quel coltello un burro stregato,
allora sgorgherà del sangue.
* * * * *
Per Gustavsson

 

____________________________________________________

ARTICOLI CORRELATI:

 ____________________________________________________

 

Print Friendly

4 Comments

Filed under festività nordiche, usanze della Svezia

4 Responses to Dymmelonsdag – Il mercoledi santo nelle tradizioni del Nord

  1. Le streghe saltano sempre fuori :o)) Buona Pasqua Laudie!!!

    • Diario Nordico

      Ciao Marita,
      che bello sentire che ci sei :-)

      Si vede che i paesi del Nord hanno una particolare affinità con streghe, troll, folletti della foresta ed esseri misteriosi in genere:-)

      Buona Pasqua anche a te …

  2. Lorenzo

    Buona Pasqua Laudie ! che bel post con tante tradizioni per noi inusuali…

  3. laura

    Interessante questa cosa delle ruote….da indagare. Non mi viene in mente nessuna spiegazione correlata in altre tradizioni o credenze. grazie e Buona Pasqua a tutti!

Leave a Reply