Einar Norelius (1900-1985) – il papà dei Troll

Einar Norelius - Bland Tomtar och Troll - 1934

Einar Norelius – Bland Tomtar och Troll – 1934 – LINK

Se la “mamma” del Babbo Natale svedese è Jenny Nyström (LINK) il papà dei troll è sicuramente Einar Norelius. I suoi trol, con le loro lunghe code e con la loro andatura barcollante, accompagnati da tronchi di alberi con anima e volto, sono entrati dritti nel cuore degli svedesi.

Einar Norelius, è stato un pittore, illustratore e autore di favole. Come pittore prediligeva la tecnica all’acquarello scegliendo motivi spesso fiabeschi. Alcune sue opere sono conservate presso il Museo Nazionale (Nationalmuseum) e nel museo della sua città natale, Falun.

Einar Norelius studiò presso il Politecnico di Stoccolma costruzione navale ma interruppe gli studi a causa di una malattia e passò quindi all’indirizzo artistico. Nel 1923 frequentò la scuola di pittura Carl Wilhelmson e cominciò ad illustrare spartiti musicali e copertine di libri (si trova una bella selezione di copertine musicali seguendo questo LINK).

Einar Norelius - Notblad 1928 e 1929

Einar Norelius – Notblad 1928 e 1929 – LINK

E’ della metà degli anni ’20 (1926 circa) l’incontro con Victor Bergdahl (1878-1938), forse il primo animatore e pioniere del cinema di animazione in Svezia, destinato a trasformarsi in una solida amicizia. Trovate una bella ed interessante tesi di laurea  di Valentina Pezzi sugli albori del cinema di animazione in Svezia seguendo questo link: IL CINEMA D’ANIMAZIONE SVEDESE. DA VICTOR BERGDAHL A MAGNUS CARLSSON

Einar Norelius - Bland Tomtar och Troll - 1929

Einar Norelius – Bland Tomtar och Troll – 1929

Norelius, ai tempi conosciuto come illustratore di libri di fiabe, venne assunto dalla IRE-film (Industri och Reklamfilm) come animatore, sotto la supervisione di Bergdahl.
Quando Bergdahl in dissenso con la SF film company se ne andò, gli fu negato il permesso di portare con sé la macchina da presa Ernemann che aveva utilizzato per lunghi anni.
Quando Norelius la ritrovò inutilizzata e abbandonata in un magazzino la restituì all’amico.

A partire dal 1927 Norelius ebbe l’incarico di illustrare la raccolta di fiabe “Bland tomtar och troll” che prima di lui avevano illustrato John Bauer (LINK) e Gustaf  Tenggren (LINK), incarico che mantenne fino al 1981, e cioè per ben 54 anni, quandò gli succedette Hans Arnold.

Einar Norelius - Bland Tomtar och Troll - 1953

Einar Norelius – Bland Tomtar och Troll – 1953

Con il suo stile, era in grado più di altri di rappresentare ceppi d’albero con le sembianze di troll e montagne con le sembianze di giganti. Era in grado di rappresentare ciò che l’immaginazione delle persone scorgeva nel buio dei boschi.

Einar Norelius - Bland Tomtar och Troll - 1934

Einar Norelius – Bland Tomtar och Troll – 1934 – LINK

Tuttavia le sue illustrazioni, specie quelle più tarde, hanno un tratto più da cartoon rispetto a quelle dei suoi predecessori.

Einar Norelius - Bland Tomtar och Troll - 1957

Einar Norelius – Bland Tomtar och Troll – 1957 – LINK

Con Robert Högfeldt, altro discepolo di Bergdahl, collaborò alla produzione nel 1934 di un film animato di ispirazione disneyana “Bam-Bam. Så tuktas ett troll” (Bam Bam così viene domato un troll). Il film che aveva in sottofondo della musica sincronizzata ed una animazione delicata gettò le basi per il cinema di animazione svedese.

Einar Norelius - Jim Jock and Jumbo - 1946

Einar Norelius – Jim Jock and Jumbo – 1946

A partire dal 1938 disegnò e scrisse una serie sull’elefante Jumbo, “Jumbo i djungeln” (Jumbo nella giungla) per il quotidiano Svenska Dagbladet, serie ripresa e ripubblicata poi dal giornale Tuff och Tuss negli anni ’50.

Poco dopo Norelius intraprese un nuovo ambizioso progetto.
Insieme ad altri illustratori e animatori fondò la compagnia AB Colourfilm, conosciuta anche come ABC-film. La compagnia avrebbe dovuto produrre il primo lungometraggio animato basato sul libro di Selma Lagerlof, Nils Holgerssons underbara resa genom Sverige (Le meravigliose avventure di Nils Holgersson attraverso la Svezia (lo si trova in italiano su Amazon QUI).

Selma Lagerlöf - Nils Holgerssons underbara resa genom Sverige - illustrazione di Bertil Lybeck

Selma Lagerlöf – Nils Holgerssons underbara resa genom Sverige – illustrazione di Bertil Lybeck

Questo progetto tuttavia fallì, e non per cause economiche: ABC-film infatti riuscì a raccogliere circa quattrocentomila corone, che erano per quell’epoca un budget considerevole. Un anonimo membro dell’Accademia Svedese aveva anche promesso a Norelius di aiutarlo a drammatizzare il libro. Ma quando nel 1940 la produzione stava per prendere il via, con un tempo di ripresa stimato di due anni e quaranta disegnatori a disposizione, Selma Lagerlöf morì. Il suo testamento prevedeva la trasposizione del libro in un singolo film soltanto, a condizione che non ci fossero né tagli, né revisioni e poiché questo significava dover realizzare un film di lunghezza considerevole, il progetto fu accantonato.
Ci vollero molti anni prima che si facesse un nuovo tentativo per la realizzazione di un lungometraggio animato.

Ho trovato notizia (LINK) di un suo corto del 1939 del libro di Selma con illustrazioni di Olle Nordberg. L’unico riscontro che ho trovato a questa notizia lo si trova QUI.

Einar Norelius - Petter coh sina fyra getter

Il suo libro più conosciuto (di cui oltre che illustratore è anche autore) è Petter och hans fyra getter  (Petter e le sue quattro capre) un libro per bambini uscito per la prima volta nel 1951. Il racconto è scritto in rima e con pochi testi.

Parla di Petter e delle sue quattro capre, ognuna delle quali ha un colore diverso e diverse qualità. Vivono tutti in una casetta ma un giorno le capre di Petter vengono mangiate dal troll cattivo Lundenben “sempre affamato come un lupo” che abita su un sasso. Ma dopo l’intervento del gatto Murre Svart e dell’amico Sixten l’orco si scuarcia e le capre di Petter possono uscire.

Einar Norelius - Pelle svanslös - Julalbum 1948

A partire dagli anni ’40 e per molti anni a venire (1944 – 1961), illustrò una serie di strisce a fumetti per l’edizione natalizia della rivista “Folket i Bild”con testi di Gösta Knutsson, autore di un libro per bambini di grande successo, Pelle Svanslös  (Pelle senza coda).

La collaborazione con Gösta Knutsson fu lunga ma non particolarmente “amichevole”. Una volta Knutsson partì per un viaggio senza aver lasciato il manoscritto alla redazione che chiese a Norelius di scriverli lui. Knutsson se la prese molto al suo ritorno e il commento di Norelius fu che Knutsson si comportava come una “diva”.

Einar Norelius - Pelle svanslös 1 e 2

Quattro fogli della rivista “Folket i Bild” datati ’46 e ’47 con le strice di Norelius sono state vendute alla casa d’aste Bukowski Market per 2800 corone (LINK), l’equivalente di circa 300 euro …

Pelle Svanslös divenne tanto popolare che furono addirittura fatte delle cartoline ispirate alle avventure del gatto senza coda!

Einar Norelius - Roliga kort - 4 insieme

 

Norelius illustrò anche”Svenska folksagor” ( Storie popolari svedesi 1939-1941) e ”Svenska sagor” (Storie svedesi 1943-1945).
Ho pubblicato due racconti dalla serie “Svenska folksagor” con una illustrazione di Norelius:
Fiabe popolari svedesi: “Askungen” – Cenerentola (LINK)
Fiabe popolari svedesi: “Har du tittat i min ask?” – “Hai guardato nella mia scatola?” (LINK)

Einar Norelius - Kalle Stropp och hans vännerNorelius illustrò anche una serie di racconti per bambini sulle avventure  di Kalle Stropp e della rana Boll. Scritti da Thomas Funck (Linköping 1919 – 2010), i racconti erano all’origine concepiti per l’ascolto radiofonico e furono mandati in onda a partire dalla seconda metà degli anni ’40.
I personaggi erano inizialmente interpretati da attori professionisti ma all’inizio degli anni ’50 Funck pensò di “prestare” la propria voce a Charly Strap. E fu l’inizio di un grande successo che ebbe il suo apice  nel 1954 quando Funck diede voce a tutti i personaggi avendo come unico sottofondo ai racconti una chitarra.
Einar Norelius - Kalle Stropp och hans vänner 2

Al successo radiofonico seguirono un cartone animato disegnato da  Nils Egerbrandt e a partire dal 1955 una serie di libri illustrati da Einar Norelius.

Nel 1957 illustrò per la rivista Femina insieme con Einar Nerman le favole dei fratelli Andersen che uscirono sotto forma di allegati.

Non ho trovato l’elenco delle fiabe che illustrò ma di certo illustrò la fiaba Tummelillan (Pollicina?).

Einar Norelius - Tummelillan - 1957

Einar Norelius – Tummelillan – 1957 – LINK

Sue opere più recenti sono state vendute all’asta di recente, come questa acquaforte del 1978, venduta nel 2014 dalla casa d’aste Bukowskis market (LINK) per 1500 corone dal titolo”Nyckelpigan” (La coccinella).
Einar Norelius - Nyckelpigan - 1978

Oppure questo olio del 1969, venduto sempre da Bukowskis Market nel 2013 per sole 750 (!!!) corone, l’equivalente di circa 80 euro!

Einar Norelius - Bergatroll - 1969 - LINK

Einar Norelius – Bergatroll – 1969 – LINK

 

____________________________________________________

ARTICOLI CORRELATI:

 ____________________________________________________

 

 

Print Friendly

2 Comments

Filed under Illustratori svedesi

2 Responses to Einar Norelius (1900-1985) – il papà dei Troll

  1. Lorenzo

    Grazie per il bel post come sempre accuratissimo e con la possibilità, ormai, di tanti bei rimandi ad altri post in una vorticosa girandola di illustratori.
    Sarebbe forse interessante un post dedicato alla raccolta di fiabe Bland tomtar och troll……

Leave a Reply