Illustratrici svedesi: Ottilia Adelborg (1855-1936)

Ottilia Adelborg - Ek

Ottilia Adelborg – Ek

Ottilia Adelborg (Karlskrona 1855 – 1936 Gagnef nei Dalarna) fu una artista svedese dedicata soprattutto all’uso della tecnica ad acquarello, scrittrice e pioniera nelle serie illustrate per bambini. Ebbe una educazione improntata all’arte tre l’altro nella Accademia di Belle Arti tra il 1878 e il 1884 ma fece anche viaggi di studio in Olanda (1898), in Italia (1901) e poi ancora in Olanda e Belgio (1905). Cominciò la sua carriera come illustratrice di giornali per bambini.

Ottilia Adelborg - Kyrktuppen dal libro di Zacharias Topelius - Läsning för barn

Ottilia Adelborg – Kyrktuppen dal libro di Zacharias Topelius – Läsning för barn

Presto iniziò a scrivere lei stessa libri per bambini e fu tra coloro che rinnovarono il genere usando una prospettiva più pedagogica. Anche il suo modo di collegare il testo alle immagini influenzerà molti scrittori di libri per bambini.   Ottilia può essere considerata una pioniera come disegnatrice di serie per bambini.

Il libro illustrato Pelle Snygg och barnen i Snaskeby (1896) è un libro educativo molto popolare tra le famiglie dell’epoca (stiamo parlando della fine del 1800!) ed è un esempio di come Ottilia fa parlare le sue illustrazioni.

Ottilia Adelborg – Pelle Snygg och barnen i Snaskeby

Il pulito e ben educato Pelle Snygg (snygg in svedese significa “elegante”) un giorno arriva nel paese di Snaskeby (snaskig significa “sporco, sudicio” e by “paese”). Con metodi severi riesce ad educare tutta la comunità e rendere tutti gli spettinati, sporchi e maleducati abitanti puliti ed educati.

Ottilia Adelborg – Pelle Snygg och barnen i Snaskeby

Nel 1936 l’ormai quarantenne  Pelle Snygg fu raccontato alla radio svedese accompagnato da una musica olandese del 1903.

Ottilia, benché non avesse figli,  doveva avere una grande attitudine educativa e anche queste due  tavole del 1914 ne sono un esempio.

Slarv Lisa (letteralmente Lisa la pasticciona) combina solo guai: fa cadere il vassoio con la colazione per la mamma, siede maldestramente a tavola e fa cadere il piatto, arriva tardi a scuola e alla sera è tutta sporca (ma felice con la sua bambola).

Ottilia Adelborg - Slarv Lisa Jultomten 1914

Ottilia Adelborg – Slarv Lisa Jultomten 1914

Ordentliga Lotta (Lotta l’ordinata) è tutto il contrario. Siede bene a tavola, arriva puntuale a scuola, la sera cuce al lume della sua candela ad olio.
Tutt’e due la sera però sono contente a giocano con la loro bambola!

Ottilia Adelborg - Ordentliga Lotta Jultomten 1914

Ottilia Adelborg – Ordentliga Lotta Jultomten 1914

Beh siamo alla fine dell’ottocento e non dovrei infierire ma non mi è chiaro perché Lisa la disordinata debba essere di estrazione sociale più bassa ….. lo si intuisce dai mobili  (il tavolo della cucina di Lotta è molto più bello) e dai vestiti che indossa e anche i suoi amici non hanno “la puzza sotto il naso” come gli amici di Lotta (in particolare le due dietro).  Che Ottilia fosse leggermente classista? Comunque io tifo decisamente per Lisa la pasticciona!!!

Tuttavia Ottilia è  soprattutto conosciuta per “Prinsarnes blomsteralfabet” (l’alfabeto fiorito dei principi) (1892) “dedicato” ai principini  Gustaf Adolf, Wilhelm ed Erik.

Altre illustratrici hanno seguito il suo esempio; ad esempio Gunhild Facks che dedicò il suo libro “Prinsessornas ABC-bok” del 1903 alle principesse Märtha e Margaretha. Vi parlerò di Gunhild un’altra volta.

Ecco alcune belle immagini dal libro di Ottilia.

Ottilia Adelborg - Prinsernas blomsteralfabet MOS

Ottilia Adelborg - Spetsar komponerade av Ottilia Adelborg

Ottilia Adelborg – Spetsar komponerade av Ottilia Adelborg

Ottilia aveva un grande interesse per la cultura popolare e nel 1903 si trasferì con due  sorelle a Gagnef dove tra l’altro fondò una scuola per la lavorazione al tombolo, dove si realizzavano pizzi e merletti e per i quali coniò il motto “dikta en spets” (metti in versi un merletto).
Qui a fianco dei merletti disegnati da Ottilia.

Nel 2000 il Comune di Gagnef ha istituito il Premio Ottilia Adelborg  (20.000  corone – circa 2.200 euro ed un diploma) con il quale ogni due anni il 6 dicembre viene premiato un illustratore svedese di libri per bambini. Questi gli illustratori che ad oggi hanno ricevuto il premio:

  • 2000 Catarina Kruusval
  • 2002 Lena Anderson
  • 2004 Maj Fagerberg
  • 2006 Eva Eriksson
  • 2008 Pija Lindenbaum
  • 2010 Maria Jönsson
  • 2012 Kristina Digman
Print Friendly

4 Comments

Filed under Illustratori svedesi, libri svedesi, libri svedesi per bambini

4 Responses to Illustratrici svedesi: Ottilia Adelborg (1855-1936)

  1. Quanto mi piacciono le illustrazioni… Questo tipo di libro deve essere andato di moda a quei tempi Struwwelpeter ne è un altro esempio. Un abbraccio e buona giornata mia cara

  2. gloria.p85@libero.it

    Grazie, davvero interessante questo!!!

  3. susanna

    come mi incantano queste illustratrici svedesi!..dove sarebbe possibile trovare delle ristampe di questi libri per l’infanzia in inglese oppure……
    in italiano……?

Leave a Reply