Come realizzare una ghirlanda per la festa di mezz’estate: en midsommarkrans från medelhavet

Midsommarkrans

Midsommarkrans

Poiché si avvicina la festa di mezz’estate (vi ricordate il post? Ve ne ho parlato qui)  ho pensato quest’anno di realizzare una ghirlanda da mettere in testa con i fiori che ho trovato a disposizione. Il procedimento è un po’ diverso da quello che ho utilizzato per la ghirlanda natalizia (trovate il post qui), soprattutto per la struttura che in questo caso è fatta con un filo di alluminio.
A fine post lancerò anche un quiz e al primo che risponderà correttamente manderò dei semi di aneto raccolti dalla mia pianta!

Cosa vi occorre:

  • Filo di alluminio. Scegliete un diametro del filo che si riesca a piegare facilmente ma non troppo sottile. Io avevo un 2.2 ma era troppo spesso.
  • Nastro telato di colore verde largo circa 1 cm (io l’ho trovato solo marrone e più largo).
  • Pinze per piegare ad occhiello il filo di alluminio.
  • Un metro per misurare la circonferenza della vostra testa e il filo da tagliare.
  • Tronchesino per tagliare il filo di alluminio in misura del vostro cranio.
  • Del filo metallico sottile di colore verde per legare i fiori alla coroncina.
  • Beh, vi servono anche i fiori :-). A me piace che siano fiori di campo … è la festa della primavera!

Preparazione:Filo di ferro con asola e gancio

  1. Misurate la circonferenza della vostra testa ed aggiungete circa 10 cm per l’asola e il gancio alle due estremità.
  2. Tagliate il filo di alluminio in misura e piegate le due estremità creando un’asola  ed un gancio. E’ meglio se lavorate con il filo di alluminio dritto, quindi se avete comprato una matassa raddrizzatelo.
  3. Rivestite il filo di alluminio com il nastro verde. Insistete dove avete fatto l’asola ed attorciliato il filo per evitare che poi una volta indossata la coroncina vi dia fastidio.

Filo rivestito 4. Fate con i fiori che avete raccolto dei piccoli mazzetti con il gambo corto. Fateli mano a mano che procedete. Se avete delle ortensie usatele! Sono molto decorative ma ricordatevi che dovete dividere le corolle nei piccoli steli.
5. Procedete posizionando i singoli mazzetti a destra e a sinistra del filo di alluminio e a mano a mano che procedete fissateli con il filo verde.
6. Per creare infine la forma circolare potete usare un pentola per sagomare il filo. O anche semplicemente la vostra testa (come ho fatto io).

E questo è stato il mio risultato!

Glad Midsommar!

Glad Midsommar!

Conservazione:

A seconda dei fiori che avete usato la coroncina durerà più o meno a lungo.  Fate dunque attenzione a cosa usate. Nel mio caso ho comunque immerso la ghirmanda in poca acqua nel lavandino e così si è conservata bene fino a quando l’ho usata. Volete sapere che fiori ho usato? Proseguite nella lettura e rispondete al quiz!

Se siete in Italia, e un midsommarstång attorno al quale ballare e cantare non c’è, potete usare la vostra coroncina anche così, come centrotavola.

Centrotavola

Centrotavola

Se invece ce l’avete (il midsommarstång) eccovi una canzone da cantare e ballare in cerchio con i bambini! (così la aggiungete a quelle che vi avevo elencato nel post sulla festa di mezz’estate).

Imse vimse spindel

Imse vimse spindel

Ma veniamo ora al ….

QUIZ

La prima persona che saprà elencare i fiori che ho usato nella composizione della mia ghirlanda riceverà a casa una bustina con i miei semi di aneto da piantare e far riprodurre (così non vi lamenterete più che l’aneto da noi non si trova).
Scrivete le vostre risposte sotto forma di commento al post, indicando per ogni numero il fiore corrispondente. Vi dirò quanti fiori avete indovinato in modo da aiutare anche gli altri che vorranno parteciapare. Fatevi sotto, allora!

Quiz - Tävling

Quiz – Tävling

Ehhh, lo so che alcuni sono difficili a causa della mia foto. Potete comunque cliccarla per ingrandirla. Se proprio proprio non ce la farete (ma penso di sì) vi darò un piccolo suggerimento (odio la parola aiutino!!!!).

Ecco una foto presa da un’angolatura diversa … forza!!!

I fiori del quiz

I fiori del quiz

____________________________________________________

ARTICOLI CORRELATI:

 ____________________________________________________
Print Friendly

8 Comments

Filed under artigianato nordico, festività nordiche, svezia

8 Responses to Come realizzare una ghirlanda per la festa di mezz’estate: en midsommarkrans från medelhavet

  1. Con mia cugina siamo arrivate a questa conclusione: 1 – ginestra odorosa (Spartium junceum)
    2 – erba cipollina (Allium schoenoprasum)
    3 – margheritina (Bellis perennis)
    4 – non si vede! Sembra una menta selvatica (Mentha rotundifolia? mentha spicata?) o forse una melissa (Melissa officinalis)
    5 – ligustro (piu’ che lo spontaneo Ligustrum vulgare, sembrerebbe un ligustro coltivato, tipo L. lucidum)
    6 – Elicriso (Helichrysum italicum, ma ci sono molte specie simili)
    7 – fragola (fragaria vesca se e’ quella spontanea dei boschi; F. ananassa se e’ quella coltivata che fa i fragoloni)
    8 – che problema! E’ una pianta della famiglia delle Crucifere, a fiori bianchi. Ma senza vedere bene i frutti (e neppure le foglie), potrebbe essere mille cose! Diciamo alisso (alisso di mare o Lobularia maritima, o varie specie di Alyssum, anche coltivate come ornamentali).
    9 – caprifoglio. Pero’ non e’ il caprifoglio ‘vero’ (Lonicera caprifolium), che ha i fiori portati direttamente sull’ultima coppia di foglie. Qui sotto ai fiori si vede un peduncolo allungato: tra le specie spontanee e’ cosi’ la Lonicera etrusca, poi ce ne sono svariate coltivate.
    10 – sembra un cotoneaster coltivato (Cotoneaster coriaceus).
    Riusciremo ad avere i semi? Baci

    • Monica!
      Complimenti … pensavo di aver fatto un quiz difficile. La prossima volta mi impegnerò di più :-)

      Le precisazioni:
      4. Menta (non selvatica ma oramai infestante e inselvatichita).
      5. Ligustro (nato in vaso spontaneamente da chissà quale seme a Milano e portato al mare “in clinica, come mi piace dire” in piena terra – è ora diventato un albero).
      6. Lobularia “snow princess”, una new entry di quest’anno.
      7. Caprifolio, non so di quale specie. Anche lui portato “in clinica” al mare.
      Ora è diventato enorme!
      10. Cotoneaster. Stava passando a miglior vita a Milano ed era tristissimo. “In clinica” è diventato un cespuglio enorme ed ingovernabile … e bellissimo in inverno!

      Certo Monica, avete vinto i semi a pieni voti! Mi fa piacere che vadano a voi.
      Mandami in email il tuo indirizzo che te li mando.

      Ciao!

      • Debbo ammettere che da sola non sarei stata in grado e così ho sfruttato le competenze di mia cugina che insegna botanica all’Università di Firenze. In ogni caso son contenta e dividerò i semi con lei che li ha decisamente meritati. A presto

  2. Post fantastico, bellissima la ghirlanda e complimenti al ‘modello’…
    Per il quiz sono arrivata tardi, accipicchia !!!

  3. laura

    Non sarei andata oltre la menta e la ginestra…..anche profumata !!! :-)
    Certo, ad un modello così “convinto” potresti mettere in testa anche dei fiori di carciofo che le li indosserebbe a meraviglia!! :-) BRAVI !!

Leave a Reply